Attività consiliare e altri eventi politici a San Zeno Naviglio

giovedì 7 giugno 2018

EVVIVA EVVIVA LE ELEZIONI

Pubblichiamo una lettera speditaci da un nostro elettore.

Fin dall’avvicinarsi alle Elezioni Politiche del 4 marzo 2018 la nostra amministrazione ha iniziato i lavori di restauro del paese con un “finalmente" taglio di rami e piante ma senza la raccolta delle foglie ovviamente

Adesso si avvicinano le Elezioni Comunali si  ritagliano i rami, l’erba, rifacimento marciapiedi …..e siamo arrivati addirittura all’asfaltatura di strade, a pezzi naturalmente, sistemazione degli incroci tipo via Monti dove spesso ti incontravi con qualcuno che ti guardava stranito ed era lui in senso contrario ma adesso col triangolo di cemento e le frecce che indicano la direzione è un’altra cosa; peccato che si continui ad arrivare sulla corsia di destra e devi spostarti a sinistra poi devi spostarti di nuovo a destra finché raggiungi la strada a doppio senso regolare che ti porta alla rotonda e finalmente non sei più preoccupato di controllare se quelli che ti arrivano a fianco, o dietro o davanti a te ti avranno visto che vai da destra a sinistra o viceversa ….. e pensare che tutto questo ingegno viene pagato … incredibile!!!

Però non si capisce perché i lavori sono stati fatti in alcune parti del paese e in altre no!!!

Capita in alcuni punti di camminare sui marciapiedi, cosa rara ormai perché i marciapiedi sono solo per i cani, e venire schiaffeggiati dai rami che sono più bassi di te ma non vengono tagliati; oppure di vedere nel verde, tra una pianta e l’altra, o sotto le siepi carte, bottiglie, lattine, sacchetti e mai raccolti.

Comunque, è tutta una rincorsa ad abbellire … lodi lodi … al tempismo … ma fino ad ora in tutti questi anni? 

Ah, certo hanno avuto da fare con temi più importanti:
  • cedere la gestione acqua alla A2A così ci hanno quadruplicato il costo;
  • mettere le calotte ai cassonetti, nonostante i molti pareri contrari, così hanno creato tante piccole discariche a cielo aperto, piccole ma molto puzzolenti;
  • acquistare le trappole per roditori perché venissero rotte e i topi fossero liberi di passeggiare tra i cassonetti … e anche nei giardini vicini;
  • acquistato tante telecamere per la videosorveglianza ma non si sa se sono accese o se non c’è nessuno che le guarda perché nulla è cambiato;
  • hanno fatto i sensi unici, così se prima dovevi fare 50/100 metri adesso ne fai tre volte di più, con aumento del costo consumo benzina per il cittadino e come premio anche un aumento dell’inquinamento interno al paese;
  • hanno aumentato i servizi sociali ad personam, così molti utenti hanno dimezzato o rinunciato ai servizi con peggioramento della loro situazione famigliare già molto difficile; però loro hanno risparmiato.
Mi viene un dubbio … forse il titolo non è esatto.

Anziché “evviva evviva le elezioni" forse è più corretto “A CHI GIOVA TUTTO CIO’?" come diceva anni fa un saggio giornalista della Rai: Antonio Lubrano.

Ci sarebbero tante cosa ancora da dire … come quando arriva il loro bollettino, per ogni articolo ci sarebbe da contestare quello che scrivono e adesso che leggo il loro programma elettorale, dopo anni, ancora ripetitivo, ininterrotto, di bei propositi … ma di pochi fatti concreti.

Ringrazio chi avrà letto questa lettera e anche chi non la leggerà; a me ha fatto bene scriverla, almeno mi ha permesso di scaricare la rabbia accumulata per anni per cose dette e non fatte e per quelle fatte senza dirlo.

BUON VOTO A TUTTI.

Lettera Firmata

lunedì 14 maggio 2018

Andare Oltre - I primi video della serata dell'11 maggio

Intervento di Luciana Modonesi, candidata sindaco per la lista civica "Andare Oltre":


Intervento di Fabio Odelli, consigliere comunale della lista civica "San Zeno è di tutti":


Intervento di Omar Bertelli, consigliere comunale della lista civica "San Zeno nel cuore":


domenica 13 maggio 2018

Andare Oltre - Il programma della nuova lista civica

https://drive.google.com/file/d/1DSnT-ZiYk84nMt9qSlCr7x8Atwx8XxCD/view?usp=sharing
Abbiamo pubblicato il programma della nuova lista civica "Andare Oltre".

Prossimamente pubblicheremo i video della serata di presentazione della lista, avvenuta venerdì 11 maggio in Sala Consiliare.

mercoledì 9 maggio 2018

"Andare Oltre" - la lista civica per le elezioni del 2018

La lista civica "San Zeno è di tutti" si è presentata alle elezioni comunali del 2009 e del 2013 con l'intento di aggregare le persone che avevano voglia di dare un contributo alla buona amministrazione di San Zeno Naviglio con l'intenzione di renderlo più vivibile, equo e giusto. Hanno partecipato persone che credono che il Comune debba essere un luogo dove i cittadini possano rivolgersi per trovare una soluzione ai propri problemi o la miglior strada possibile per ottenerla. 

Le linee guida fondamentali che ci guidano ogni giorno nella stesura delle nostre proposte politiche sono il lavoro, i servizi sociali e l'ambiente. Anche temi come l'acqua pubblica, il traffico e l'inquinamento dell'aria, l'istruzione e la mensa scolastica sono tutti considerati importanti per la buona amministrazione di San Zeno Naviglio.

Nel corso del cammino per le elezioni comunali del 2018, abbiamo contattato molte persone, molte altre realtà politiche e sociali, e si è trovata un'intesa con l'altra forza di opposizione nel consiglio comunale: "San Zeno nel cuore".

Questa unione è stata facilitata dal buon rapporto di collaborazione fra i consiglieri Fabio Odelli e Omar Bertelli  che assieme in consiglio comunale hanno avanzato numerose proposte: dall'emergenza lavoro alla premiazione dei Maestri del lavoro di San Zeno; dalla proposta per la riduzione dei costi della mensa scolastica alla promozione del referendum sull'acqua pubblica fino alle iniziative sulla tutela ambientale, sui pericoli del gioco d'azzardo e sulla viabilità.

Ci siamo trovati d'accordo sul programma e sulla figura del candidato sindaco, Luciana Modonesi, che avrete modo di conoscere ed apprezzare durante la campagna elettorale.

Per le elezioni comunali del 10 giugno 2018 è nata quindi una nuova civica: "Andare oltre".

Questo nome è la giusta sintesi fra le due liste civiche "San Zeno è di tutti" e "San Zeno nel cuore".

Andare oltre: superare le diversità e gli ostacoli per raggiungere l'obiettivo comune di amministrare bene il paese, per renderlo vivibile e giusto, per tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro idee e appartenenze politiche.

Il suo programma, il suo candidato sindaco, Luciana Modonesi, e i candidati consiglieri saranno presentati venerdì 11 maggio 2018 alle ore 20,30 presso la Sala Consiliare in Piazza Marconi, dietro le scuole elementari. 


Fabio Odelli
Consigliere comunale
lista civica "San Zeno è di tutti"

domenica 18 febbraio 2018

Incontro pubblico sul reddito d'inclusione

Venerdì 23 febbraio 2018, alle ore 20,45, presso la Sala Consiliare di San Zeno Naviglio si terrà un incontro dedicato a "Il Reddito d'Inclusione - I Comuni e la sfida dell'introduzione della nuova misura contro la povertà".

L'incontro è organizzato dalla lista civica "San Zeno è di tutti" in collaborazione con le ACLI bresciane e il circolo PD di San Zeno Naviglio.

Parteciperanno:
  • Beppe Foresti - Presidente del Patronato delle ACLI bresciane
  • Massimo Reboldi - componente dell'Ufficio di Presidenza dell'Associazione Comuni Bresciani
L'incontro sarà introdotto da Fabio Odelli, consigliere comunale della lista civica "San Zeno è di tutti", e moderato da Mauro Oliva, segretario del circolo PD di San Zeno Naviglio.

martedì 26 settembre 2017

Viabilità problema irrisolto (4)

In via Diaz, passano ancora migliaia di autoveicoli al giorno, il recente blocco dalle 7.30 alle 8.30, ha portato un minimo di beneficio, ma non è sufficiente.

Non è pensabile di lasciare immutata la situazione.

Ci sono diversi interessi che in qualche modo si contrastano: i residenti vorrebbero eliminare tutto il traffico, i commercianti temono di perdere clienti e reddito da misure troppo restrittive. Bisogna però fare una scelta e crediamo si debba partire da un principio importante e comune a tutti: la tutela della salute.

La nostra proposta si basa su questo principio, perché la sicurezza e la salute vedono sullo stesso piano chi abita in via Diaz e chi vi lavora.

La tutela della sicurezza e della salute degli abitanti in via Diaz, non si realizza con le simulazioni del traffico, o con i marciapiedi nuovi, ma con l’installazione di centraline per PM10 , PM2,5. Il traffico veicolare di transito deve passare FUORI DALPAESE, non è pensabile di ridistribuirlo su altre vie residenziali.

Proponiamo di mantenere l’attuale ZTL, formata da due semafori, uno a sud e l’altro a nord del paese, collegati ad un sistema di rilevazione delle polveri e degli inquinanti. Superati i limiti di polveri sottili, previsti per legge come pericolosi per la salute, attivazione dei semafori e deviazione di tutto il traffico  sulla tangenziale. I semafori non potranno essere  rossi entrambi, il blocco sarà prevalentemente da sud a nord al mattino e da nord a sud la sera. Utilizzare per la parte stradale e i marciapiedi, malte, asfalti, vernici speciali al biossido di titanio. Questo tipo di materiali tramite la luce solare rende inerti buona parte degli inquinanti.

Vanno pensate e applicate azioni compensative per le attività commerciali che possono risultare danneggiate dallo spostamento degli autoveicoli lontano da via Diaz e dal senso unico di via Roma, dalla Cascina Pietà all’Oratorio.




Fabio Odelli
Consigliere comunale lista civica "San Zeno è di tutti"

lunedì 18 settembre 2017

Viabilità problema irrisolto (3)

L’altra opera tanto attesa, costata circa 3 milioni di euro e finalmente realizzata è il sottopasso ferroviario, e anche questa si sta rivelando dannosa per gli abitanti del CIS.

Chi abita in viale Europa, provenendo dal sottopasso, per tornare a casa,  non può imboccarla subito, ma deve proseguire, girare a dx in via Pace, percorrerla fino all’incrocio con via Baccolo, proseguire in viale Europa. Per i residenti in via Pace, le cose vanno anche peggio, non allungano la strada per arrivare a casa, ma  si sono visti aumentare sensibilmente il traffico. Dalla sera alla mattina si sono ritrovati il traffico fuori casa.

La nostra proposta si basa su questi due principi:
  • Il traffico veicolare di transito non deve essere distribuito nelle vie residenziali.
  • La nuova viabilità non può rendere difficoltosa la circolazione in paese per gli abitanti.

In viale Europa e in via Pace deve essere consentito l’accesso solo ai residenti.

lunedì 11 settembre 2017

Viabilità problema irrisolto (2)

Dopo mesi di silenzio, senza avvisare nessuno, la giunta ha approvato un progetto di ristrutturazione di via Roma rendendo definitivo il senso unico e modificando l’incrocio con via Diaz per un costo di circa 300.000€.

La cosa assurda, per chi ha un minimo di buon senso è capire perché questa giunta è intervenuta prioritariamente su via Roma, una delle vie dove il traffico di transito è quasi azzerato ed è interessata solo da poco traffico locale.

Lasciando perdere via Diaz, dove gli incidenti con morti e feriti purtroppo non sono mancati. E via Pace e viale Europa dove si è registrato un notevole aumento del traffico di transito.
Gli interventi fin qui decisi dalla giunta Abbiati.Ferretti, sono riusciti nel rendere difficoltosi i movimenti dei sanzenesi, in particolare quelli che abitano al villaggio Marcolini e zone limitrofe che per raggiungere l’oratorio, il cimitero, il comune, le palestre o le scuole devono fare il giro dell’oca.

E cosa dire di chi abita in via Cavour?

Per raggiungere il comune, che dista solo pochi metri, devono girare in via Roma a sx, arrivare al semaforo della chiesa, girare a dx su via Diaz, all’incrocio con via Risorgimento girare a dx, all’incrocio con via Bianchetti girare a dx e riprendere via Roma dopo pochi metri finalmente girando a sx si arriva in piazza Marconi dove c’è il comune. Un giro incredibile, costretti a farlo anche se si è in bicicletta.

Per quanto riguarda le soluzioni proposte, riteniamo inadeguato ed inutile il progetto di riqualificazione di via Diaz, non serve una bella pavimentazione stradale, SI DEVONO SPOSTARE GLI AUTOVEICOLI FUORI DAL PAESE.
I sanzenesi devono poter circolare in paese, verso ogni zona, senza essere costretti a lunghi inutili giri.

Via Roma dalla chiesa a piazza Marconi DEVE TORNARE A DOPPIO SENSO.




Fabio Odelli
Consigliere Comunale "Lista Civica San Zeno è di tutti"

lunedì 28 agosto 2017

Viabilità problema irrisolto (1)

La tangenzialina o cosiddetta variante si è rivelata nei fatti un fallimento. Circa 12 milioni di euro spesi, per avere ancora in buona sostanza lo stesso problema: più di 15.000 veicoli giornalieri in transito per le vie del paese. L’unico sistema per farla utilizzare è stato quello di chiudere via Diaz, prova ne è la sperimentazione della chiusura del traffico dalle 7.30 alle 8.30.

Questo provvedimento se pur solleva il centro di San Zeno almeno per un ora, causa non pochi problemi al resto della viabilità, fuori dal nostro comune in particolare al comune di Borgosatollo.

Questa è la conferma, dell’insuccesso della tangenziale, unica nel suo genere: percorsa solo se si è obbligati , invece di eliminare le code, se usata le crea.


Fabio Odelli
Consigliere comunale
Lista civica "San Zeno è di tutti"

Da una lettera al Giornale di Brescia

La lettera sul "Giornale di Brescia" del 21 agosto. Cliccaci sopra per ingrandirla.
Il 21 agosto 2017, un lettore del Giornale di Brescia ha scritto una lettera presentando le personali rimostranze sul mancato utilizzo della Tangenziale sanzenese da parte di auto, moto e furgoni.

La lista civica "San Zeno è di tutti" segnala questi problemi da anni e ha presentato delle proposte. In quattro semplici post, le riproporremo.